gold blond

La produzione della birra

Per produrre un buon bicchiere di birra è necessario saper scegliere le migliori materie prime e conoscere e saper seguire scrupolosamente i procedimenti relativi al tipo di birra che si vuole ottenere.

Le materie prime impiegate sono il malto d’orzo, il luppolo e l’acqua.

Il malto d’orzo viene macinato in un mulino a cilindri e miscelato con acqua. La miscelazione avviene in un’apposita caldaia in acciaio, rivestita in rame, denominata “tino di ammostamento”. La miscela viene successivamente lavorata in base ad un opportuno diagramma dei tempi e delle temperature, che consente agli enzimi, contenuti naturalmente nel malto, di trasformare l’amido, anch’esso contenuto nel malto, in zuccheri. La sapiente scelta dei tempi e delle temperature di fabbricazione del mosto, comprese tra i 35 e 76°C, determina la formazione di zuccheri fermentescibili e zuccheri infermentescibili, il cui rapporto viene scelto dal mastro birraio in base al tipo di birra che si vuole fabbricare.

Raggiunta la completa saccarificazione dell’amido, la miscela viene inviata in un recipiente a falso fondo, denominato “tino di filtrazione”, nel quale avviene la separazione-estrazione della parte liquida (il mosto vero e proprio) dalla parte solida, costituita dalle trebbie (residui del malto).

Il mosto, così ottenuto, viene sottoposto a ebollizione per circa 60-90 minuti. Durante questa fase, avviene il luppolamento, ovvero l’aggiunta del luppolo.

Terminato questo processo, il mosto bollente viene ricircolato tangenzialmente su se stesso, in modo da creare il cosiddetto effetto “Whirlpool”, capace di consentire la separazione, a caldo, delle proteine coagulate durante l’ebollizione del mosto.

Dal whirlpool il mosto viene prelevato, raffreddato e inviato in serbatoi cilindro-conici verticali per la fermentazione e successiva maturazione. Per le birre a bassa fermentazione, la temperatura di raffreddamento è compresa tra i 6 e gli 8°C, mentre, per le birre ad alta fermentazione, la temperatura di raffreddamento è compresa tra i 15 e i 20°C. A questo punto si aggiunge il lievito.

La fermentazione dura sette giorni circa, durante i quali buona parte degli zuccheri contenuti nel mosto si trasforma in alcool, anidride carbonica e calore.

La sottrazione, mediante raffreddamento, del calore prodotto, permette di regolare la fermentazione e ottenere la birra con le caratteristiche chimiche e organolettiche desiderate.

Al termine della fase di fermentazione, estratto il lievito, la birra viene fatta maturare per circa venti giorni a temperature prossime a 0° C. Durante la maturazione, la birra si satura naturalmente di anidride carbonica, si chiarifica e si affina nel gusto.

Terminato il processo di produzione, la birra viene travasata nei serbatoi di spillaggio, dai quali proviene direttamente la birra spillata nel locale.

Durante tutto il processo di fabbricazione, continui sono i controlli per assicurare un prodotto finale di qualità.

Claim betting bonus with GBETTING
Award 2013

Centro Commerciale Campania

Autostrada A1 – Uscita Caserta Sud – S.S. 87 Località Aurno
Marcianise CE

Award 2011

Centro Commerciale La Cartiera

Autostrada A3 - Uscita Pompei Est - Scafati - Via del Macello, 22
Pompei (NA)

Copyright © 2014 Gold Blond srl | p. iva 05085441219